Oggi sul blog di Superstylin’ vogliamo portarvi alla scoperta di Rapics3, un interessantissimo progetto nato dalla passione di tre ragazzi per la fotografia e il mondo dello streetwear, che ha dato vita a degli scatti che hanno raccolto numerosi consensi tra molti addetti ai lavori e appassionati. Un progetto che noi di Superstylin’ seguiamo da tempo e che oggi vi presentiamo con questa intervista a Alessandro, Alessandro e Pablo, le tre menti creative che si celano dietro al nome Rapics3.

rapics3_superstylin_1

– Ciao ragazzi, qui da Superstylin’ seguiamo con molta attenzione il vostro progetto, Rapics3: spiegateci com’è nata l’idea che vi ha portato a scattare foto alle sneakers e qual’è la filosofia che c’è dietro. Sappiamo che siete un gruppo molto affiatato.

Ciao il nostro progetto nasce dall’ unione di tre ragazzi romani con la passione per le sneakers e la fotografia. Dietro ogni scatto c’è la voglia di esaltare al massimo le nostre amate sneakers e condividere cio con tutti gli appassionati – in quel senso è rivolta la filosofia di Rapics3.

– Dalle vostre foto si evince una maniacale attenzione per il dettaglio, come scegliete i modelli di sneakers e le location dove effettuare gli scatti?

Le sneakers che fotografiamo le scegliamo a rotazione dalle nostre collezione, e in alcuni casi anche quelle di amici. Dopo la scelta della sneaker, ci basiamo molto sulla colorazione ed il concept dietro la scarpa. Da li decidiamo la location che spazzia da un parco, un ponte fino alle opere piu famose di Roma.

rapics3_superstylin_4

– Negli ultimi anni, grazie anche alla crescita dei social network, la comunicazione visiva ha assunto un’importanza rilevante nel marketing di tutti i brand. Con gli splendidi scatti che realizzate per il vostro progetto sembra abbiate colto in pieno questa tendenza. Qual è il vostro pubblico e quali feedback ricevete?

È da un po di anni che i grossi marchi ormai strizzano piu l’occhio alla comunicazione sociale piuttosto che a quella classica del decennio scorso. Il nostro pubblico spazia dai giovanissimi fino agli intramontabili OG sneakerhead, la maggior parte ci fa i complimenti e ci sprona a fare sempre meglio. C’è anche molta curiosità e stupore per alcuni scatti realizzati con elementi naturali come fuoco acqua e terra ( situazioni rischiose parlando di sneaker costose e delicate).

rapics3_superstylin_3

Di tutti gli scatti effettuati fino ad oggi ce n’è uno al quale siete particolarmente legati o che ha avuto molto successo tra il vostro pubblico?

Si, il primo scatto realizzato assieme che immortalava la Diadora N9000 x Hanon realizzata tra le fiamme, con il quale abbiamo vinto anche il concorso fotografico di Diadora.

rapics3_superstylin_2

– Cosa vedete nel futuro di Rapics3? Raccoglierete gli scatti in qualche interessante progetto?

Abbiamo gia fatto un esposizione dei nostri migliori scatti presso uno Sneaker store Romano raccogliendo parecchi consensi. Siamo pronti a collaborare con Ginnika per il prossimo evento a Roma, e a breve una collaborazione fotografica con un famoso brand di sneakers.

rapics3_superstylin_4

– Prima di lasciarvi vi facciamo un’ultima domanda di rito: indicateci tre modelli di sneakers che ancora non avete avuto modo di fotografare e che vorreste immortalare con le vostre Reflex.

Alessandro Ceciarelli: Air Jordan 1 chicago og 1985; Pablo Uberti: Air max 1 Parra x Patta: Alessandro Sotgiu: Air Jordan VII mirò